DA COLLAGNA A PRADARENA (ALTA VIA DELLE SORGENTI)

Ponte sul Secchia di Collagna Cerreto Alpi Sentiero 647 Torrente Riarbero Passo del Lupo Passo Cavorsella Passo Pradarena La Buca sentiero 645 Il Quartiere Ponte della Pietra Ponte in cemento sul Secchia Collagna

Total distance: 36674 m
Max elevation: 1618 m
Min elevation: 666 m
Download file: lupo cavorsella pradarena variante ponte pietra.GPX
LA BELLA FORESTALE VERSO PASSO DEL LUPO

Posta l’ auto al ponte sul Secchia sotto Collagna siamo poi risaliti in direzione Collagna fino ad intercettare quasi al di sotto del viadotto della nuova SS63  uno stradello cementato che sale sulla sn. e dopo poco sfiora il viadotto stesso. Abbiamo così scavalcato il guard rail e abbiamno proceduto sulla SS63 fino a giungere al bivio per Cerreto Alpi dove abbiamo svoltao per poi girare a dx. al primo successivo bivio e dopo avere costeggiato le case alte del paese  imbocare poi sulla dx. una carrozzabile che superato il ponte del rio cerretano diventa sterrata e conduce in direzione di Cerreto Laghi.  Siamo su un tratto tabellato dal Comune di Ventasso ed indicato come via Bleu n° 2 Alta via delle Sorgenti.

DOPO LA BUCA VERSO IL QUARTIERE

Dopo avere pedalato in salita per poco più di 2 Km. , quando la strada tende a spianare ( frequentemente qui è molto larga ed ai lati vengono accumulate cataste di legname ) si trova sulla sn. un bivio in discesa verso la Valle del torente Riarbero.  Dopo essere scesi per poco meno di 1 Km troviamo qui sulla dx un altra ampia mulattiera contrassegnata dai segnavia bianco rossi del sentiero CAI 647 che con divertenti saliscendi , dopo il guado del rio Torbido, ci fa scendere a guadare il torrente Riarbero. Superato il torrente siamo risaliti dall’ altra riva ed abbiamo girato a sn. Proseguendo sulla bella forestale nella spaziosa faggeta che inizialmente presenta diversi su e giù assai divertenti, ma poi, in prossimità della intersezione con la valle del canale Cavorsella modifica decisamente la sua pendenza obbligandoci ad inserire i rapporti più agili e talora , in alcuni brevi tratti più sconnessi, a poggiare il piede a terra. Siamo così giunti al Passo del Lupo , dove, sulle panchine ivi collocate , è necessaria una sosta ristoratrice , anche per tirare un poco il fiato.  Dopo la sosta abbiamo proseguito sempre su ampia forestale e con pendenze decisamente più contenute  fino a raggiungere  dopo avere incrociato il bivio per il sentiero che costeggia il Canale Cavorsella , l’ omonimo passo a quota 1530 mt.

LA DISTESA PRATIVA DE ” IL QUARTIERE”

Anche se uno potrebbe pensare di essere già praticamente arrivato a Pradarena , non è proprio cosi. Infatti bisogna superare ancora un paio di ripidi strappi che ci fanno sfiorare quota 1600 m. per poi calare rapidamente sui 1579 m del passo di Pradarena , mai così affollato come in questa estate.  Dopo avere pranzato al Carpe Diem ci siamo rimessi in strada in discesa verso Ospitaletto, ma dopo pocopiù di 3 Km. In corrispondenza di una secca curva a dx. abbiamo svoltato a sn. E ci siamo immessi sulla larga e piacevole forestale che porta alla località La Buca, crocevia di alcuni sentieri ove la forestale termina in corrispondenza di alcuni tavoli e panchine per il pic nic.   Qui abbiamo proseguito diritti avanti a noi imboccando il sentiero 645 che inizialmente molto sconnesso diventa poi assai piacevole e scorrevole sempre immerso nell’ ampia faggeta di alta quota. Nel momento poi nel quale il sentiero devia sulla sn. e diventa single track , noi abbiamo continuato a seguire la più ampia carrareccia con indicazione sentiero 2 bleu alta via delle sorgenti , che ad un certo punto scende a picco verso una radura erbosa.  Qui abbiamo incrociato un recinto con un gregge e i corrispottivi cani da pastore che , fortunatamente erano legati e pertanto con cautela abbiamo potuto procedere deviando a sn. A superare un primo ripido strappo su larga  ma sconnessa via forestale.

UNA BREVE CONTROPENDENZA SULLA FORESTALE PER COLLAGNA PRECEDE DI POCO IL BIVIO PER IL PONTE DELLA PIETRA

Dopo poco meno di un km . in prevalente salita e dopo avere incrociato sulla nostra dx. l’ immissione del sentiero 645 che in precedenza avevamo abbandonato anche a motivo della sua scarsa pedalibilità in quel tratto , abbiamo dovuto prestare attenzione ed abbandonare la larga forestale , che di lì a poco si sarebbe interrotta per riprendere sulla nostra dx. in single track il sentiero 645 che in quel tratto coincide con il sentiero 609.  Questo sentiero tutto in single track è inizialmente ben pedalabile, seppure con una certa attenzione, ma successivamente presenta alcuni TRATTpezzi molto rovinati che costringono a mettere il piede a terra.  Dopo avere ripreso a pedalare in una tratto che mostra pendenze decisamente più contenute si intercetta una mulattiera decisamEnte più larga ma con evidenti segni di disuso. Qui abbiamo tenuto la dx. ed in breve siamo usciti dal bosco a raggiungere l’ ampia distesa prativa denominata Il Quartiere. Davanti a noi si è aperto un discreto panorama su Alpe di Succiso Passo del Cerreto e Monte Ventasso.

LA CARRAIA SULLA SN. IDROGRAFICA DEL TORRENTE RIARBERO DOPO IL PONTE DELLA PIETRA

Superata la radura prativa la forestale in alcuni pezzi piuttosto dissestata costringendoci ad un pesante uso dei freni.  Usciti dal bosco, dopo una breve contropendenza, in corrispondenza di una ripida curva a dx. abbiamo preso A SN. una meno evidente carrareccia in forte discesa sulla sn.. La carrareccia, molto divertente , dopo avere superato anche qualche piccolo guado ci ha ricondotto al torrente Riarbero , che abbiamo superato su ponticello di legno, il Ponte della Pietra.  Dopo avere svoltato a dx. abbiamo proseguito sulla carraia assai divertente che costeggiava la sn. Idrografica del torrente Riarbero. Dopo alcuni divertenti e scorrevoli su e giù ,a mulattiera ha cominciato a scendere in maniera decisa e ci ha fatto raggiungere il fiume Secchia poco a monte della immissione del Riarbero. Superato il Secchia, lo sapevamo, ci aspettava una impegnativa risalita dapprima cementata e poi ghiaiata fino ad intercettare nuovamente la strada che da Collagna conduce al Ponte sul Secchia. E da li in discesa abbiamo rapidamente raggiunto le nostre auto

DALLA LOCALITA’ IL QUARTIERE AMPI PANORAMI SULL’ APPENNINO OVEST E SULLA VALLE DEL SECCHIA
IL DIVERTENTE SINGLE TRACK DEL SENTIERO 645
SUL SENTIERO 645 ED IL GUADO DEL RIO TORBIDO

ALTRI VIDEO SONO DISPONIBILI SUL CANALE YOUTUBE COLLEGATO. di GIUSEPPE CHESI